22.3 C
Roma
lunedì, 23 Maggio 2022

Agroalimentare|Ambiente

Le conseguenze della siccità: verso l’irrigazione dimezzata in Veneto, a rischio 6 miliardi di produzione agricola

A causa della siccità, il Veneto si accinge ad assumere drastici provvedimenti  restrittivi sugli utilizzi idrici: è attesa a breve la decisione della Regione di dimezzare  i prelievi a fini agricoli in quasi tutti i bacini idrografici (unica eccezione, il Brenta: -40%); ad anticiparlo è l’ANBI. “Nonostante le conseguenze dei cambiamenti climatici siano evidenti da tempo, si è finora disattesa la necessità...

ANBI Lazio: il piano piccoli invasi per garantire il futuro dell’agricoltura laziale

“La crisi idrica che sta interessando l’Italia è destinata a peggiorare, con la linea rossa della desertificazione tendente sempre più al settentrione e con le infrastrutture disponibili del tutto inadatte a fronteggiare intere stagioni con precipitazioni nulle seguite da improvvise, brevi ed intensissime, bombe d’acqua. Stimiamo che, allo stato attuale, in Italia venga raccolta una ridottissima percentuale d’acqua piovana...

La “magra” non molla la presa sul distretto del Po

La lunga ed articolata seduta odierna dell’Osservatorio permanente sulle crisi idriche, convocata dall’Autorità Distrettuale del Fiume Po-MiTE, che ha unito tutte Regioni del distretto, le Agenzie di monitoraggio meteo e i portatori di interesse pubblici e privati in un approfondito confronto e scambio di utili informazioni sullo stato idrologico dell’area padana, proietta un contesto ancora estremamente deficitario per ciò che attiene alla...

L’esempio del Lago dei Papi a Castel Gandolfo, ANBI: Ora sono i corpi idrici ad alimentare le falde a causa dei cambiamenti climatici e di uno sconsiderato uso del...

“Il progressivo abbassamento del lago di Castel Gandolfo (nella foto), le cui acque rimpinguano la sottostante falda fiaccata dai cambiamenti climatici e dagli eccessivi prelievi, è la dimostrazione della necessità di un nuovo modello di sviluppo, che valorizzi acque e territorio, bloccando l’eccessivo ed ingiustificato consumo di suolo, nonché la presenza di milioni di pozzi, spesso abusivi, figli di una cultura...

Ue: Cia, direttiva su emissioni inquinanti non penalizzi sistema produttivo

Servono risorse finanziarie, ricerca e innovazione per traghettare la zootecnia verso una piena sostenibilità ambientale senza penalizzarla con eccessivi oneri burocratici. E’ questo l’appello di Cia-Agricoltori Italiani, a commento della proposta della Commissione Ue di modificare la direttiva sulle emissioni inquinanti, che allarga la richiesta dei certificati ambientali a tutti gli allevamenti di bovini, suini e pollame con oltre 150...